Ottimizzare WordPress per la SEO, consigli per il posizionamento

Ottimizzare WordPress per la SEO è fondamentale per ottenere più traffico sul tuo sito web. Purtroppo la maggior parte delle guide SEO di WordPress sono troppo tecniche perché i nuovi utenti possano capire bene cosa fare.

Se sei seriamente intenzionato ad aumentare il traffico del tuo sito web, devi prestare attenzione alle migliori pratiche SEO di WordPress.

In questa guida, vedremo quali sono i migliori suggerimenti SEO di WordPress per aiutarti a migliorare il tuo SEO WordPress e ottenere più traffico organico.

Sebbene WordPress si assicuri che il codice che genera segua le migliori pratiche SEO, c’è molto di più che devi fare se vuoi massimizzare i tuoi sforzi SEO.

Ci sono una serie di passaggi utilizzabili che devi eseguire per ottimizzare correttamente il tuo SEO WordPress.

Ottimizzare WordPress per la SEO
Ottimizzare WordPress per la SEO

Perché la SEO è importante

I motori di ricerca sono spesso la principale fonte di traffico per la maggior parte dei siti web quindi ottimizzare WordPress per la SEO è essenziale.

Google e altri motori di ricerca utilizzano algoritmi avanzati per comprendere e classificare le pagine in modo appropriato nei risultati di ricerca. Tuttavia, questi algoritmi non sono perfetti: hanno ancora bisogno del tuo aiuto per capire di cosa tratta il tuo contenuto.

Se i tuoi contenuti non sono ottimizzati, i motori di ricerca non sapranno come classificarli. Quando le persone cercano gli argomenti di cui scrivi, il tuo sito web non apparirà nei risultati di ricerca e perderai tutto quel traffico.

È molto importante quindi rendere il sito web compatibile con i motori di ricerca, in modo che possano massimizzare il loro traffico di ricerca.

Nozioni di base: ottimizzare WordPress per la SEO

La SEO può diventare tecnica, ma non deve esserlo. Il solo apprendimento di alcuni suggerimenti SEO di base per ottimizzare il tuo sito può darti un notevole aumento del traffico del tuo sito web.

Non devi essere un genio della tecnologia per utilizzare le tecniche seguenti. Se stai già utilizzando WordPress, allora hai quello che serve!

Cominciamo a ottimizzare il tuo sito web.

Controlla le impostazioni di visibilità del tuo sito

WordPress viene fornito con un’opzione integrata per nascondere il tuo sito Web dai motori di ricerca. Lo scopo di questa opzione è darti il tempo di lavorare sul tuo sito web prima che sia pronto per essere reso pubblico.

Tuttavia, a volte questa opzione può essere attivata accidentalmente e rende il tuo sito Web non disponibile per i motori di ricerca. L’indicizzazione quindi è legata a ottimizzare WordPress per la SEO.

Se il tuo sito web non viene visualizzato nei risultati di ricerca, la prima cosa che devi fare è assicurarti che questa opzione sia deselezionata.

È sufficiente accedere alla area di amministrazione del vostro sito WordPress e visitare la sezione Impostazioni. Successivamente cliccare su “Lettura”. Bisogna quindi controllare che il flag “Scoraggia i motori di ricerca ad effettuare l’indicizzazione di questo sito” non sia abilitato.

Utilizzo di strutture URL SEO Friendly in WordPress

Gli URL SEO friendly contengono parole che spiegano chiaramente il contenuto della pagina e sono facili da leggere sia dagli umani che dai motori di ricerca.

Un esempio di URL SEO friendly:

Come ottenere la prima posizione su Google

Si noti che questo URL è leggibile e un utente può capire da subito cosa vedrà sulla pagina semplicemente guardando il testo dell’URL.

Allora, che aspetto ha un URL non SEO friendly?

https://www.spatarocarmine.it/?p=25894

Da notare che questo URL utilizza numeri non correlati al contenuto e un utente non può intuire cosa troverà nella pagina guardando l’URL.

L’uso della struttura permalink SEO friendly migliora le tue possibilità di ottenere posizioni migliori nei risultati di ricerca e quindi miglio le possibilità di ottimizzare WordPress per la SEO

Ecco come puoi controllare e aggiornare la struttura dei permalink del tuo sito WordPress.

Devi cliccare su Impostazioni e poi su Permalink . Seleziona l’opzione Nome articolo, quindi fai clic sul pulsante “Salva modifiche” per memorizzare le impostazioni.

Nota: se il tuo sito web è attivo da più di 6 mesi, non modificare la struttura del permalink a meno che tu non stia utilizzando l’opzione dei numeri. Se stai usando Giorno e nome o Mese e nome, continua a usarlo.

Modificando la struttura del tuo permalink su un sito consolidato, perderai tutto il conteggio delle tue condivisioni sui social media e corri il rischio di perdere il tuo ranking SEO esistente.

Se è necessario modificare la struttura del permalink, assumere un professionista, in modo che possano essere impostati dei reindirizzamenti appropriati. Perderai comunque il conteggio delle tue condivisioni social sulle pagine.

Ottimizzazione dei post del blog per la SEO

Spesso i principianti commettono l’errore di pensare che l’installazione e l’attivazione di un plugin SEO per WordPress sia tutto ciò che serve. La SEO è un processo continuo e ci devi stare dietro se vuoi vedere i massimi risultati.

Tutti i migliori plug-in SEO ti consentono di aggiungere un titolo, una descrizione e una parola chiave focalizzata a ogni post e pagina del blog. Ti mostra anche un’anteprima di ciò che gli utenti vedranno quando troveranno su Google il tuo sito web.

Ti consigliamo di ottimizzare il titolo e la descrizione per ottenere il massimo dei clic.

Ricerca di parole chiave per il tuo sito web

Molti principianti usano le loro ipotesi migliori per capire quali argomenti stanno cercando le persone e cosa dovrebbero aggiungere ai loro blog e sito web.

È come scoccare una freccia nel buio. Non è necessario farlo quando è possibile utilizzare dati reali per scoprire cosa stanno cercando le persone.

La ricerca per parole chiave è una tecnica di ricerca utilizzata dai creatori di contenuti e dagli esperti SEO. Ti aiuta a scoprire le parole che gli utenti inseriscono nei motori di ricerca per trovare contenuti, prodotti e servizi nel tuo settore.

Puoi quindi utilizzare queste parole e frasi nel tuo sito web per ottenere più traffico di ricerca.

Ci sono un sacco di strumenti di ricerca per parole chiave (sia gratuiti che a pagamento) che puoi utilizzare. Ti consigliamo di utilizzare SEMRush , ti aiuta a scoprire le parole chiave e persino a scoprire le parole chiave in cui si posizionano i tuoi concorrenti.

Puoi utilizzare anche, ottenendo ottimi risultati lo strumento di ricerca delle parole chiavi di Google

Migliori pratiche SEO per WordPress

Se segui le basi della SEO per ottimizzare WordPress per la SEO e utilizzi il miglior plug-in SEO per WordPress, sarai già davanti alla maggior parte dei siti web.

Tuttavia, se desideri risultati ancora migliori, devi seguire le migliori pratiche SEO di WordPress.

Queste non sono troppo tecniche e la maggior parte non richiederà nemmeno di toccare una riga di codice. Ma faranno una grande differenza se le segui.

Utilizzo corretto di categorie e tag in WordPress

WordPress ti consente di ordinare i post del tuo blog in categorie e tag. Ciò semplifica la gestione dei contenuti per argomenti e consente ai tuoi utenti di trovare i contenuti che stanno cercando.

Categorie e tag aiutano anche i motori di ricerca a comprendere la struttura e il contenuto del tuo sito web.

Spesso i principianti si confondono su come utilizzare al meglio categorie e tag.

Le categorie sono pensate per un ampio raggruppamento dei tuoi post. Se il tuo blog era un libro, le categorie sarebbe la tabella dei contenuti.

Ad esempio, su un blog personale, puoi avere categorie come musica, cibo, viaggi, ecc. Le categorie sono gerarchiche, quindi puoi aggiungervi categorie figlio.

D’altra parte, i tag sono parole chiave più specifiche che descrivono il contenuto di un singolo post. Ad esempio, un post di un blog archiviato nella categoria cibo può avere tag come insalata, colazione, pancake, ecc. Considerali come una sezione di indici in un libro di testo.

Utilizzando correttamente le categorie e i tag, rendi facile agli utenti navigare nel tuo sito web. Dal momento che è facile per gli utenti, rende anche più facile per i motori di ricerca navigare nel tuo sito web.

I link interni devono essere un’abitudine

I motori di ricerca assegnano a ciascuna pagina del tuo sito web un punteggio (autorità della pagina).

Questo è il motivo per cui è importante che ci siano dei collegamenti tra i contenuti del tuo sito.

Dovresti prendere l’abitudine di collegare i tuoi post quando possibile. Ti consiglio di linkare almeno tre post per ogni articolo che scrivi.

Questo ti aiuterà ad aumentare le visualizzazioni di pagina, ad aumentare il tempo che gli utenti trascorrono sul tuo sito e, in definitiva, a migliorare il punteggio SEO dei tuoi singoli post e pagine del blog.

Ottimizza i commenti di WordPress

I commenti possono essere una forte indicazione del coinvolgimento degli utenti sul tuo sito web. Utenti coinvolti significano più link al tuo sito, più traffico e SEO migliorato.

Tuttavia, devi assicurarti che i tuoi commenti siano reali e non spam. Gli spammer inviano commenti con collegamenti errati che potrebbero influire e persino rovinare le classifiche di ricerca.

Questo è il motivo per cui consigliamo a tutti di iniziare a utilizzare Akismet . È uno dei due plugin preinstallati in ogni sito WordPress e ti aiuta a combattere lo spam nei commenti.

Se i post del tuo blog attirano molti commenti genuini e privi di spam, dovresti darti una pacca sulla spalla per aver creato un sito web coinvolgente!

NoFollow collegamenti esterni in WordPress

Come già accennato quindi, i link aiutano i motori di ricerca a decidere quali pagine sono importanti. Quando ti colleghi a un sito web, stai trasferendo parte del punteggio SEO del tuo sito a quel link. Questo punteggio SEO è chiamato “link juice”.

Per un buon posizionamento nella ricerca, devi assicurarti di ottenere più link juice da altri siti web di quanto ne stai dando tu.

L’aggiunta dell’attributo “nofollow” ai collegamenti esterni (collegamenti a siti Web di cui non si è proprietari) indica ai motori di ricerca di non seguire tali collegamenti. Questo ti aiuta a salvare il link juice.

Un normale link esterno ha questo aspetto in HTML:

<a href=”http://esempio.it”> Sito web di esempio </a>
Un collegamento esterno con l’attributo nofollow ha questo aspetto:

<a href=”http://esempio.it” rel=”nofollow”> Sito web di esempio </a>
Per impostazione predefinita, WordPress non viene fornito con un’opzione per rendere i collegamenti nofollow. Tuttavia, se utilizzi il plug-in per la gestione della SEO ti viene tutto più facile.

Quando aggiungi un collegamento, fai semplicemente clic sull’opzione Aggiungi “nofollow” al collegamento.

Velocità e sicurezza per WordPress SEO

Anche se segui tutti i suggerimenti e le migliori pratiche SEO di WordPress sopra, se il tuo sito è lento o viene smantellato da un hacker, il posizionamento nei motori di ricerca non avrà un grande successo.

Ecco come evitare che il tuo sito perda traffico del motore di ricerca a causa di prestazioni lente o sicurezza bassa.

Ottimizza la velocità e le prestazioni del tuo sito

La ricerca mostra che nell’era di Internet, la durata media dell’attenzione umana è molto bassa.

Gli esperti di usabilità web ritengono che gli utenti decidono se vogliono restare o abbandonare il sito entro pochi secondi dalla visita di un sito web.

Ciò significa che come proprietario di un sito web, hai solo pochi secondi per presentare i tuoi contenuti e coinvolgere gli utenti. I motori di ricerca come Google ora classificano i siti web più veloci più in alto dei siti web a caricamento lento.

Ottimizzazione delle immagini in WordPress per la SEO

Le immagini sono più coinvolgenti del testo ma richiedono anche più tempo per essere caricate. Se non stai attento alle dimensioni e alla qualità delle immagini, possono rallentare il tuo sito web.

Devi assicurarti di utilizzare immagini ottimizzate per caricarsi più velocemente.

Un trucco che puoi usare per ottimizzare le tue immagini per i motori di ricerca è usare un titolo descrittivo e tag alt. Questi tag aiutano i motori di ricerca a capire di cosa tratta la tua immagine.

WordPress ti consente di aggiungere facilmente titoli e tag alt quando carichi un’immagine.

Se sei un fotografo o aggiungi molte immagini al tuo sito WordPress, devi utilizzare un plug-in per la galleria.

Si consiglia di utilizzare Envira Gallery. È anche completamente reattivo e SEO friendly.

Inizia a utilizzare SSL / HTTPS

SSL (Secure Sockets Layer) è una tecnologia che crittografa la connessione tra il browser di un utente e il server a cui si connette. Questo aggiunge un ulteriore livello di sicurezza al tuo sito WordPress.

I siti web protetti con SSL sono indicati da un lucchetto nella barra degli indirizzi del browser. Ciò rende il tuo sito web più affidabile ed è necessario se gestisci un negozio online con WordPress e stai elaborando informazioni di pagamento sensibili.

Tutte le migliori società di hosting WordPress offrono certificati SSL gratuiti.

Più strumenti e risorse SEO

Una volta acquisite le migliori pratiche SEO di WordPress, ti consigliamo di sviluppare ulteriormente le tue capacità per superare la concorrenza.

Nel sito puoi trovare un elenco delle migliori tecniche SEO per WordPress che dovresti utilizzare per migliorare il tuo SEO. Se sei pronto per provare alcune tecniche più avanzate, puoi anche controllare il nostro archivio di articoli SEO per WordPress.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!